For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded. For more details, please see our Privacy Policy.
I Accept

La tappa di quest’anno a Monate è stata davvero magica: si è respirata un’atmosfera davvero unica che ha portato sul podio atleti varesini e francesi così come irlandesi reatini e trentini. Tutti accomunati dalla passione del nuoto in acque libere e dalla comunità di Italian Open water Tour. Questa è la vera e propria summa dello spirito su cui è nato Il Trittico del nord di cui La traversata dei Pionieri è capofila.” Queste le parole a caldo di Marcello Amirante, coordinatore del Circuito.

UNA GIORNATA PERFETTA                                                      

Monate ha accolto gli oltre 430 atleti giunti da tutta Italia col suo abito migliore: acqua limpida, cielo finalmente illuminato dal sole e una grande atmosfera estiva… il perfetto campo gara. Fin dal giorno prima l’area è stata raggiunta con ogni mezzo dagli atleti: palpabile l’emozione nonostante fosse già il terzo appuntamento del Challenge 2024 in quanto per molti atleti è stata la primissima gara dell’anno.

LAVIZZARI E FERRIAN PROFETI IN PATRIA NELLA HARD SWIM

Gare caratterizzate da un parterre di atleti di altissimo livello: la HARD SWIM di 5000mt ha visto prevalere tra gli uomini, dopo un lungo testa a testa, dal varesino Simone Lavizzari (Robur et Fides Varese), con uno strepitoso 1h02’56” sul trentino Massimo Grisenti (Luzzi Impavidi) ed Edoardo Casu, (Team Insubrika). Nella classifica Natural grande ritorno di Filippo Marchini (Swimmer Inside) sui trentini Andrea Zenatti ed Enrico Ciola (Luzzi Impavidi) mentre tra gli OVER40 il migliore è stato su Abe Eggink (Swimmer Inside) su Francesco Procopio (Cilo Master Team Milano) e Marco Della Seta. Tra gli OVER50 vince Sandro Vezzani (Swimmer Inside) sul lussemburghese Yves Hoschet e Marco Allegretti (Gli Attraversatori di pozzanghere)

Tra le donne si è imposta la giovanissima ternatese Sofia Ferrian, alla sua prima esperienza in una gara lunga di acque libere, con 1h10’7” davanti a Sophie Lupica e alla genovese Sara Monari (Nuotatori Genovesi). Nella categoria Over40 a primeggiare è stata Julia scardova (Pratogrande) davanti a Elena Longari e alla varesina Silvia Aceti (Robur et fides Varese), mentre in quella OVER50 ha primeggiato Rita Selleri (Swim&Care), su Laura Bonafè (Oxygen Triathlon) e la svizzera Thea Haberecker. Nella classifica “natural” dietro alla prima assoluta Sofia Ferrian si sono piazzate Silvia Aceti e la trentina Chiara Schepis (Luzzi Impavidi).

COSTA E FERRIAN PADRONI NELLA SMILE SWIM

La SMILE SWIM di 2500 mt tra gli uomini ha visto prevalere, alla sua prima partecipazione a Monate, il bolognese Federico Costa, con un arrivo in solitaria col grande tempo di 30’41” su Stefano Ghisolfo (Team UniGE-CUS) e Fabio Soave (Robur et Fides Varese). Nella classifica Natural dietro a Diego De Ambosis il trentino Massimo Grisenti (Luzzi Impavidi) e Ettore De Ambrosis mentre tra gli OVER40 il migliore è stato il reatino Matteo Pelagalli Ficorilli (Swim Revolution) sul pavese Michele Baronchelli e Christian Mandelli. Tra gli OVER50 dominio degli Attraversatori di Pozzanghere di Pavia con Marco Allegretti seguito da Fabio Cherchi e Fabio Maestri.

Tra le donne si è imposta la quindicenne dominatrice di giornata Sofia Ferrian con 35’19”  davanti alla valbossina Camilla Montalbetti (Team Insubrika) e Paola Brusadelli (Leccolimpica). Nella categoria Over40 a primeggiare è stata Paola Brusadelli davanti Sarah Mubareka (JRC) e Francesca Brambilla, mentre in quella OVER50 ha primeggiato Federica Bottinelli (Swim&Care) sull’inglese Genevieve Church (Acqua1Village) e Patrizia Di Donato. Nella classifica “natural” si ripete Sofia Ferrian sulla vincitrice veneta del Challenge 2023 Francesca De Nardi (Luzzi Impavidi) e Beatrice Vecchi (Oxygen Triathlon).

Il Trofeo Best Team super smile swim (i 5 migliori tempi di squadra) è stato dominato squadra trentina Luzzi Impavidi (Grisenti, Zenatti, Ciola, Bianchi e De Nardi) su Gli Attraversatori di pozzanghere (Allegretti, Cherchi, Maestri, Gianoli e Falcone) e Swim&Care (Antonelli, De Ferrari, Bottinelli, Annovazzi e Canavesi).

I ROBURINI VINCONO UNA STAFFETTA SPETTACOLARE

La Staffetta finale è stata la degna conclusione di una giornata perfetta con 22 Team al via e decine di atleti giovanissimi under 14 alla loro prima esperienza in acque libere seguiti da genitori ed allenatori.  Ha vinto, come lo scorso anno, la squadra varesina “I roburini” capitanati da Simone Lavizzari insieme a Fabio Soave e Marco Lazzati con lo strepitoso tempo di 34’25” davanti ai vincitori delle prime due tappe e detentori del Challenge “Luzzi Volanti” (Grisenti, Zenatti, Ciola) e “Team Insubrika” (Casu, Brebbia, Rabbolini).

Premio BEST TEAM per il gruppo più numeroso vinto dai Luzzi Impavidi.

“Open water, open mind” è anche il nome del Trofeo messo in palio ad ogni tappa tra i donatori Avis, a suggello di una forte partnership caratterizzata dal gonfiabile di partenza delle gare. AVIS Provinciale Varese, presente tutto il giorno con un proprio gazebo, ha premiato l’atleta di Vittorio Veneto Francesca De Nardi in qualità di donatore avisino più giovane tra gli iscritti di giornata.

TRITTICO DEL NORD …TOCCA A CALDONAZZO E PESCHIERA DEL GARDA

Grande novità di questo 2024, il Trittico del nord proseguirà il 1 settembre a Caldonazzo (novità assoluta) con la Traversata della Valsugana (TN) e a Peschiera del Garda il 21/22 settembre con la grande novità della SMILE SWIM in notturna: tutti gli atleti saranno dotati di boette luminose che renderanno la nuotata tra i bastioni Patrimonio dell’Umanità Unesco dal fascino unico.

INCLUSIONE E SOLIDARIETÀ

Accessibilità e inclusione delle persone con disabilità sono valori e obiettivi fondamentali della manifestazione, aperto a tutti i nuotatori disabili in grado di affrontare gare in acque libere, grazie anche alla totale assenza di barriere architettoniche.

La terza edizione della traversata dedica un’attenzione particolare alla solidarietà: infatti l’evento sostiene le attività di RarePartners Onlus con cui si è redatto il Progetto [E]motion, con testimonial il triathleta genovese Alessandro Mennella affetto dalla sindrome di Usher, rara malattia degenerativa che porta alla cecità e alla sordità.

IL CONNUBIO CON LA COPPA DEL MONDO DEL PANETTONE

Con la tappa di Monate prosegue la collaborazione iniziata a Genova che vede il mondo dello sport e dell’eccellenza italiana della pasticceria in un viaggio comune lungo tutto lo Stivale. I vincitori della Super Smile Swim (maschile e femminile) hanno ricevuto tra i premi un panettone artigianale prodotto dalla Pasticceria Colombo: un connubio che unisce ed esalta la passione per una sana competizione e uno dei prodotti più importanti del Made in Italy ormai riconosciuto in tutto il mondo